Brunetta e l’Espresso

 Posted by on 16 Settembre 2009  Add comments
Set 162009
 

Diritto di replica. Così si chiama quel diritto che a tutti – semplice cittadino o ministro – spetta per legge. L’art. 8 della legge 47/1948 così recita:

il direttore o, comunque, il responsabile è tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell’agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignità o contrari a verità, purché le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale”.

Al ministro Brunetta, evidentemente, la garanzia offertagli dalla legge non basta se ha ritenuto di dover controbattere ad un servizio pubblicato dall’Espresso avvalendosi del sito istituzionale del Ministero della Pubblica Amministrazione e dell’innovazione.

Prassi curiosa, forse innovativa per Brunetta, ma sicuramente anomala visto che il sito web ha compiti istituzionali diversi e comunque estranei ad una querelle che investe il titolare del dicastero con un organo di stampa.

Sito web pubblico. Pagato dal contribuente.

  One Response to “Brunetta e l’Espresso”

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti