Milano da bere

 Posted by on 10 Settembre 2009  Add comments
Set 102009
 

In Politici in crisi occupazionale? Niente Paura ! parlavamo di Roma ed avevamo promesso di gettare uno sguardo anche a ciò che avviene a Milano. Eccoci dunque. Lo spunto ce lo offrono le tanto discusse consulenze adesso consultabili sul sito del Ministero della Pubblica Amministrazione e Innovazione.

Palazzo Marino con 16.000 dipendenti è la più grande azienda pubblica della Lombardia. Ricorre  a consulenze esterne – come quasi tutti i comuni italiani – non essendovi fra le migliaia di dipendenti qualcuno con le professionalità specifiche richieste. Niente di male in tutto questo, quello che però risulta strano è, ad esempio, che via sia una consulenza retribuita annualmente con 120.000 euro per ” l’individuazione e attuazione piani e accordi di programma per arredo urbano“, ed un’altra retribuita con 128.000 per “sviluppare progetti e iniziative per l’arredo urbano, ideazione e diffusione progetti per accrescere visibilità del brand comunale“. Insomma Milano, sotto l’aspetto del decoro urbano, dovrebbe essere un salotto, ma vediamo che non lo è.

Ma proseguiamo con altre consulenze che definire strane è dir poco. Abbiamo dunque consulenti esterni per compiti di “supporto dell’assessore nelle sue funzioni di indirizzo e controllo” a 22.000 euro annui. Oppure per “coordinamento segreteria e organizzazione iniziative assessorili”  a 36.877 euro. Ed ancora una consulenza per “supporto alla gestione di progetti correlati allo sviluppo identitario della città di Milano” retribuita con 80.000 euro. Insomma nel  2008 il Comune di Milano ha conferito 851 incarichi esterni per complessivi 14 milioni di euro.

E la Regione Lombardia? Ce ne occuperemo più avanti ma intanto possiamo offrire un piccolo anticipo. Si tratta di una consulenza dall’importo piccolo, quasi insignificante (8.500 €)  se confrontato ad altri, ma significativa per la sua natura: “Attività di monitoraggio, predisposizione degli strumenti di rilevazione, tutoring e reporting nell’ambito del progetto L’Ora felice Happy Hour”.

In alto le pinte, cheers.

  One Response to “Milano da bere”

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti