Santoro, Liofredi e Ionesco

 Posted by on 23 settembre 2009  Add comments
Set 232009
 

Che la Rai – o RaiSet, MediaRai chiamatela come vi pare – fosse tutto fuorché un servizio pubblico che fa informazione, è risaputo. Che la logica della  lottizzazione partitocratica sia spesso l’unità di misura per la scelta delle professionalità lo sapevamo fin dal tempo in cui l’azienda era gestita dal fanfaniano Ettore Bernabei.  Adesso però sono state raggiunte all’interno del servizio pubblico radiotelevisivo vette surreali assolute. Questa riflessione ce la offre la conferenza stampa (al calor bianco) di presentazione della trasmissione di Santoro, Anno Zero.

Premettiamo che noi non siamo fan sfegatati di Anno Zero, pur riconoscendo al programma puntate di ottima qualità, una redazione validissima e collaboratori di spicco.  Ma è  l’impostazione “sopra le righe” che non ci piace. Questione di gusti più che di contenuti che potrebbero essere, a nostro avviso, offerti al pubblico in maniera diversa.

Detto questo abbiamo ascoltato le curiose dichiarazioni che il direttore di rete Massimo Liofredi – ovvero colui che dovrebbe dettare la linea editoriale – ha rilasciato in conferenza stampa. Ha detto Liofredi che: “Annozero non è il centro del mondo. Io ne farei anche a meno di una trasmissione come questa. Mi piacerebbe invece vedere un bel programma di politica“. Cioè dice chiaramente che quel programma non rientra nella sua linea editoriale.

Ci domandiamo perché allora la mandi in onda. E’ nel suo potere – e suo dovere se non la ritiene valida – farlo. Ma Anno Zero, scommettiamo, sarà regolarmente  trasmessa. E noi, contrari ad ogni censura, non possiamo che rallegrarcene. Ma resta il fatto dell’assurdità della situazione.

Insomma Ionesco, il drammaturgo del surreale, non avrebbe potuto far di meglio.

  One Response to “Santoro, Liofredi e Ionesco”

  1. […] Santoro, Liofredi e Ionesco Che la Rai – o RaiSet, MediaRai chiamatela come vi pare – fosse tutto fuorché un servizio pubblico che fa informazione, è risaputo. Che la logica della  lottizzazione partitocratica sia spesso l’unità di misura per la scelta delle professionalità lo sapevamo fin dal tempo in cui l’azienda era gestita dal fanfaniano Ettore Bernabei . blog: Minitrue Blog | leggi l'articolo […]

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti