Ottimismo surreale

 Posted by on 7 novembre 2009  Add comments
Nov 072009
 

Delle due, l’una. O ci prendono per fessi, o sono degli incapaci. Di chi parliamo? Ma dell’ ISTAT che ha diffuso ieri, 6 novembre 2009, una ricerca dal titolo “La soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita nel 2009“. Un risultato sorprendente che vede l’ottimismo degli italiani salito al 44,9%, rispetto al 39,4% del 2008.

Questo nonostante la crisi economica, i tagli occupazionali, la cassa integrazione, gli scandali politici, le calamità naturali, l’immagine appannata dell’Italia nel mondo,  ecc. Sorprendente, non c’è che dire, la capacità dell’italiano di vedere, anche in condizioni di difficoltà come le attuali,  il bicchiere mezzo pieno.  Ma la sorpresa dura poco quando scopriamo che la ricerca è stata svolta a febbraio – dicasi febbraio – 2009. Nove mesi fa, quando la crisi economica stava appena iniziando a toccare i consumatori e centinaia di migliaia di posti di lavoro non erano ancora andati persi.

Ci domandiamo, allora, che senso possa avere quello di pubblicare oggi una ricerca che è valida e può fornire utili indicazioni solo se elaborata e diffusa  nell’arco di una settimana, massimo dieci giorni. E qui ritorniamo alla domanda iniziale: o all’ISTAT sono degli incapaci – cosa che riteniamo di escludere visto l’ottimo lavoro pluridecennale che hanno alle spalle – o qualcuno giudica opportuno questo momento per fornirci – considerandoci dei fessi –  un quadro irreale avvalorato da un falso crisma di scientificità.

E scommettiamo che i TG MediaRai strombazzeranno ai quattro venti la notizia senza dirci però che eravamo ottimisti a febbraio.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti