Mar 272010
 

La deputata Deborah Bergamini (PdL) così commenta la sospensione per sei mesi adottata nei confronti di Vittorio Feltri dall’Ordine dei Giornalisti della Lombardia:

Con la decisione di sospendere per 6 mesi Feltri, l’Ordine dei giornalisti della Lombardia ha raggiunto livelli di rara comicità. Feltri viene impossibilitato a svolgere il suo lavoro perche’ colpevole di aver fatto scrivere sul suo giornale Renato Farina, deputato della Repubblica, gia’ giornalista radiato dall’albo.

Noi, invece, non troviamo affatto comico che Renato Farina, alias agente Betulla, abbia continuato a scrivere su un organo di stampa dopo essere stato radiato dall’Albo professionale dei Giornalisti. Radiato e, aggiungiamo, condannato penalmente. Radiato per aver percepito danaro dal Sismi in cambio della pubblicazione di notizie false. (( Ai giornalisti professionisti è fatto divieto di intrattenere rapporti con i Servizi segreti, legge 801\1977)) Condannato penalmente a sei mesi di reclusione per favoreggiamento nel processo “Abu Omar“. E non si venga ad invocare la solita persecuzione delle cosiddette toghe rosse, perchè è Farina stesso che ha riconosciuto le accuse mossigli  patteggiando la pena.

E non troviamo per niente comico anche il fatto che l’agente Betulla sia stato cooptato dal partito della Bergamini ed elevato al rango di rappresentante del popolo. Dove, detto per inciso, è anche componente delle Commissioni “Affari esteri e comunitari”, “Cultura, Scienza e Istruzione,” “Agricoltura”.


 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti