Apr 092010
 

Riportiamo alcune dichiarazioni rilasciate da monsignor Giacomo Babini, Vescovo Emerito di Grosseto.

La Chiesa deve chiedere perdono?  Penso che sia ora di dire basta. Di perdono ne abbiamo chiesti troppi e lo facciamo anche alla messa tutti i santi giorni. Pensino a farlo gli anglicani, tanto che molti di loro hanno deciso di passare al cattolicesimo, ora mi auguro che non ci imbarchiamo una bella dose di gay.

Alla domanda su chi ci sia dietro questa campagna contro la Chiesa di Roma, risponde:

I nemici di sempre dei cattolicesmo, ovvero massoni ed ebrei e l’intreccio tra di loro a volte é poco facile da capire. Ritengo che sia maggiormente un attacco sionista, vista la potenza e la raffinatezza, loro non vogliono la Chiesa, ne sono nemici naturali. In fondo, storicamente parlando, i giudei sono deicidi.

E visto che si parla di Ebrei, ecco il suo parere sulla Shoah:

L’olocausto fu una vergogna per la intera umanità, ma ad esso occorre guardare senza retorica e con occhi attenti. Non crediate che Hitler fosse solo pazzo. La verità é che il furore criminale nazista si scatenò per gli eccessi e le malversazioni economiche degli ebrei che strozzarono la economia tedesca. Una tanto veemente reazione si deve anche a questo, la Germania era stanca delle angherie di chi praticava tassi di interesse da usura.

Poteva mancare un  giudizio sugli omosessuali? No di certo, ed allora alla domanda “Forse ci sta anche la lobby gay? “[Fra coloro che “attaccano” la chiesa di Roma, N.d.A.], ecco la sua risposta:

Non lo dubito, anche loro se possono tirano sulla Chiesa. Bisogna trattare coloro che solo hanno tendenze omosessuali con delicatezza e senza infierire, con misericordia. Ma accettino serenemante la loro croce e la malattia con santa rassegnazione. Altri invece praticano l’omosessualità e persino se ne vantano. A loro dico che persino gli animali rispettano l’ordine della natura e loro no, da questo punto di vista meglio la regolarità degli animali.

L’intervista completa all’emerito può essere letta qua. Ne sconsigliamo la lettura ai deboli di stomaco.

  One Response to “Perle di carità cattolica”

  1. […] Perle di carità cattolica […]

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti