Abortisti e sediaioli

 Posted by on 16 Ottobre 2010  Add comments
Ott 162010
 

Al grido di “abortisti e assassini” e con lancio di volantini e sedie, un gruppo di cattolici integralisti di Militia Christi ha interrotto i lavori del consiglio del Municipio I di Roma. Il Municipio I – che è retto da una maggioranza di centro-sinistra – stava discutendo sulla regolamentazione dei consultori.

Su questo episodio catto-squadristico non abbiamo letto nessuna parola di ferma condanna da parte del Ministro degli Interni. Ma ci immaginiamo (non occorre molta fantasia del resto) cosa avrebbe detto Maroni – e con l’enfasi allarmista che lo caratterizza in questi ultimi tempi –  se a lanciare le sedie e gli insulti fossero stati degli integralisti islamici o degli appartenenti ai centri sociali.

  4 Responses to “Abortisti e sediaioli”

  1. Non sono certa sia così: forse Maroni, data la sua appartenenza politica, ma non scordarti che i cattolici sono gli unici che ufficialmente, e ufficiosamente, si battono per le moschee, appoggiano l’Islam e i musulmani in Italia e così via.

    Non credo si possa identificare Maroni con il cattolicesimo o che il cattolicesimo (nel senso della Chiesa cattolica, quello ufficiale) si possa avvicinare a Maroni.

  2. Sei certa che i cattolici integralisti di Militia Christi si battono per le moschee? Comunque il discorso è un altro. Maroni è sempre pronto a paventare prima e condannare poi atti di violenza: vedi il fumogeno contro Epifani o, addirittura, la “criminalizzazione preventiva” di una manifestazione sindacale che in queste ore invece si sta svolgendo nella massima tranquillità. Detto questo Maroni non ha speso una, che una , parola per condannare come Ministro degli Interni un atto di violenza verso una istituzione pubblica. Tutto qua.

  3. Francamente non conosco affatto quelli di Militia Christi, ma conosco molti cattolici che fanno opinione, per esempio quelli di Avvenire, e diversi preti e parroci qualunque, per es quello appiccicato a casa mia, e ti assicuro che sono pro-Islam militanti. Sin troppo, a mio avviso. E poi basta leggere i discorsi del cardinale di Milano.

    Quanto al punto che tu dici, suggerisci l’idea che Maroni aiuti o sostenga i cattolici e che di converso i cattolici siano vicini alle posizioni di Maroni, ma non è assolutamente così. Per fortuna.

    A parte che vorrei ben vedere che Maroni non dicesse niente se fossero stati gli integralisti islamici, ogni giorno muoiono in Afghanistan (anche gli italiani) per combattere anche gli integralisti islamici! E con tutti i problemi di sicurezza internazionale che ci sono, anche e soprattutto da parte degli integralisti islamici!

    Comunque è ovvio che avrebbe dovuto spendere una parola anche su questa manifestazione di Militia Christi: ma è stata così significativa? Perché ne ho letto ben poco.

  4. Forse non ci capiamo. Io non affermo affatto che Maroni aiuti o sostenga i cattolici. Io dico solo che dal Ministro degli Interni mi attendo la solidarietà politica ma soprattutto istituzionale quando vengono toccate istituzioni pubbliche quali un consiglio comunale.

    Il fatto che della vicenda ne hai letto ben poco la dice lunga su quanto si voglia far passare un certo tipo d’informazione. Per un fumogeno a Epifani – in un luogo non istituzionale quale la festa di un partito sottolineo – hanno riempito le pagine di giornali e talk show televisivi soprattutto con le dichiarazioni di Maroni.

    Per quanto riguarda l’Afghanistan poi il discorso è lungo. Ridicolo e fuorviante è sentire usare termini quali “attentato” agli italiani e così via. Li i nostri sono in guerra in barba all’articolo 41 della nostra Costituzione. E, come in Iraq, gli interessi sono ben altri che non la guerra all’integralismo talebano.

    E si usassero meno le armi e più l’intelligenza forse il mondo sarebbe meno preda degli integralismi di qualunque origine. Chissà perchè in Afghanistan non è mai stato ucciso nessuno di Emergency….

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti