La sanguinaria Irlanda

 Posted by on 28 Ottobre 2010  Add comments
Ott 282010
 

Nel 2009 le dogane irlandesi hanno sequestrato 1.216 confezioni di farmaci abortivi illegali“, così titola l’Irish Times. Secondo il quotidiano, in Irlanda un numero sempre maggiore di donne in stato interessante fa ricorso a Misoprestol e Mifepristone, due prodotti vietati nel paese ma disponibili su internet. Tuttavia le donne non rispettano sempre il dosaggio o la posologia, e così finiscono col chiedere aiuto agli ospedali, ai medici di famiglia o ai centri di pianificazione familiare.

Nella maggior parte dei casi si tratta di “donne che non possono permettersi di andare ad abortire all’estero, oppure di immigrate che non possono lasciare il paese a causa del loro status irregolare“. L’aborto è illegale in Irlanda, tranne nel caso di “grave rischio per la vita della madre“, prosegue l’Irish Times, e ricorda che “il governo deve ancora legiferare su questo argomento“.

Secondo Choice Ireland, una organizzazione che si batte per la libertà di scelta, i dati raccolti mostrano che ogni giorno almeno 3 donne ordinavano via internet dei farmaci per interrompere la gravidanza. La portavoce del gruppo, Sinéad Ahern, ha dichiarato che questa realtà non può piu’ essere ignorata. Le donne irlandesi sono costrette a ricorrere  a misure disperate, e a mettere in pericolo la propria salute per poter interrompere una gravidanza che sentono di non poter affrontare.

fonte: IrishTime.com – trad.: Minitrue Blog

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti