Un indecente silenzio

 Posted by on 28 Dicembre 2010  Add comments
Dic 282010
 

Ricordate Hina Saleem, la povera ragazza pakistana uccisa dal padre perché fidanzata con un italiano ? Il fatto avvenne nel 2006 e scatenò le dichiarazioni furibonde di alcuni esponenti politici del centro-destra. Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Daniela Santachè, in quell’occasione ebbe a dichiarare:

E’ sempre la stessa questione, le donne sono vittime del clan maschile della famiglia, sono completamente sottomesse e non hanno alcun tipo di miglioramento quando arrivano in Italia rispetto ai loro paesi d’origine.

Giuseppe Tempini, l’italiano con il quale Hina era fidanzata, è stato arrestato – e verrà processato per direttissima – per stalking e minacce di morte nei confronti dell’ex moglie. Tra l’altro in passato Tempini si era già reso protagonista di episodi simili.

Signora Santanchè ha qualcosa da dichiarare adesso? Oppure per lei i carnefici delle donne per i quali vale spendere parole di esecrazione sono solo gli  “altri”?

immagine: Freakingnews.com

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti