Fukushima scomparsa

 Posted by on 5 Aprile 2011  Add comments
Apr 052011
 

Come era facile supporre, il problema della centrale giapponese di Fukushima è uscito dalle prime pagine dei giornali. Le ondate di profughi a Lampedusa, le barzellette sul saporedimelastrano, il processo breve, le intemperanze squadristiche del ministro La Russa hanno avuto la meglio sulla stampa nazionale. Eppure quella estera – compresi i tabloid britannici maestri di trash-giornalismo, vista la gravità di ciò che sta succedendo a Fukushima, è sempre sulla notizia.

Dunque, che sta succedendo in quella centrale nucleare? La situazione appare quasi fuori controllo. Negli ultimi giorni i tecnici  sono arrivati alla conclusione che l’acqua radioattiva dell’impianto raggiunge direttamente il mare, con conseguente aumento della radioattività nella zona. Ricorrendo anche a metodi disperati, come l’utilizzo di sali da bagno, hanno tentato di trovare la sede delle perdite nell’impianto nucleare.  I tentativi di ostruire la crepa però sarebbero falliti.

La TEPCO, Tokyo Electric Power, la società che gestisce la centrale nucleare di Fukushima, è stata costretta a riversare più di 10.000 tonnellate di acqua contaminata nell’oceano per liberare più spazio per immagazzinare acqua con livelli di radioattività più alti.

Nel frattempo l’Agenzia per la sicurezza nucleare del Giappone sta monitorando la situazione attraverso continui prelievi a campione per rilevare la quantità di radiazioni. A 40 chilometri dalla costa, i livelli sono il doppio rispetto a quanto consentito dalla legge. La settimana scorsa il campionamento aveva rilevato una contaminazione di migliaia di volte superiore ai limiti consentiti.

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti