lug 262011
 

Chiudere per ferie e partire sereni – economicamente parlando – per le vacanze. E’ una situazione alla quale tutti noi – visti i tempi di ristrettezze economiche e di sacrifici imposti – vorremmo aspirare. E per la verità qualcuno godrà di questa ambita condizione: i partiti politici.

Il prossimo 29 luglio, infatti, i tesorieri dei partiti si vedranno piovere addosso una sostanziosa tranche da 100 milioni di euro. Di che si tratta?  E’ la quarta (ce ne sarà  ancora un’altra) rata annuale  del cosiddetto “rimborso elettorale” relativo alle elezioni politiche del 2008. L’importo è calcolato sulla somma complessiva di 503 milioni di euro e spetta a tutti i movimenti politici che ottenuto almeno l’1% dei voti, anche se non hanno eletto alcun deputato.

L’attuale legge sul “rimborso elettorale” ha sostituito quella sul finanziamento ai partiti spazzata via dal referendum popolare del 1993 (9o,3% dei voti a favore).

Ecco come sarà ripartita la rata in pagamento:

Pdl: 41.303.789; Pd: 36.046.301; Lega Nord Padania: 8.276.910; Udc: 5.179.170; Idv: 4.329.845; Sinistra Arcobaleno: 1.858.244; La Destra: 1.240.583; Mpa: 955.377; Psi: 498.351; Svp: 329.264; Vallèè Aoste: 44.804.

Buone vacanze.

  1 Commento a “Ancora soldi ai politici”

  1. [...] è calcolato sulla somma complessiva di 503 milioni di euro e spetta a tutti … Leggi tutto: Articoli correlati:Quanto ci costa mantenere i partiti? – Seo [...]

 Lascia un commento

Connect with Facebook