Ago 042011
 

Nonostante il grave dissesto finanziario ed economico dell’ospedale San Raffaele il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha comunicato che non intende sospendere l’accordo stipulato con don Verzé per la realizzazione di un grande ospedale a Taranto.

Il governatore, riporta il Corriere del Mezzogiorno, ha detto di aver già stanziato sessanta milioni e di essere pronto a investirne in totale duecento: al San Raffaele spetterà invece la “sperimentazione gestionale” per un triennio.

«Vogliamo creare la più grande struttura pubblica del Mediterraneo», ha dichiarato Vendola, mentre il capogruppo PD in Regione, Antonio Decaro, parla di «partner privato scelto in via diretta senz’alcuna procedura di evidenza pubblica».

Sulla vicenda è intervenuto oggi Marco Travaglio, dalle colonne del Fatto Quotidiano, invitando Vendola a «rispondere alle contestazioni dei suoi stessi alleati, ma soprattutto ai dubbi di tanti elettori, con un’adeguata “narrazione”».

fonte: Uaar

  One Response to “Vendola e il San Raffaele in Puglia”

  1. Non è pubblica, ma privata e convenzionata con la sanità pubblica. Questo significa che, come tutte le strutture convenzionate, Vendola toglierà fondi al pubblico per finanziare la clinica di Don Verzè. La Puglia non necessita di questa clinica, a pochi chilometri c’è la più grande clinica privata italiana, è il Mule ed è del Vaticano…. Alla faccia della sinistra che doveva favorire il servizio pubblico.

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti