Dic 152011
 

 

Silvio Berlusconi era, nel 1998, un mafioso e adesso è anche un comunista. Questo il parere di Umberto Bossi.

Era il 6 luglio 1998, infatti, quando il quodidiano leghista La Padania usciva con una prima pagina inequivocabile. Quella che pubblichiamo: le foto di Silvio Berlusconi (e di Marcello dell’Utri) insieme alle foto segnalitiche dei boss mafiosi.

Sono passati tredici anni da allora e Bossi oggi scopre che Berlusconi «sta con i comunisti». Ha così deciso di  rompere (ma sarà poi vero?) l’alleanza con il cavaliere.

Il termine coerenza è un ossimoro quando è riferito a Umberto Bossi e allla Lega. Lo dimostra il fatto che, nel periodo che intercorre tra le due accuse, il senatur è stato il più fedele alleato, anzi il compagno di merende del mafioso comunista.

E continua ad esserlo nelle centinaia di amministrazioni locali governate dal centro-destra.

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti