Copy and Paste Religion

 Posted by on 9 Gennaio 2012  Add comments
Gen 092012
 

Si chiama Kopismo ( un assonanza dello svedese kopimi con l’inglese copy me) ed è un nuovo culto religioso fondato lo scorso anno da  Isac Gerson, uno studente svedese di filosofia .

La Missionary Church of Kopism, questo il nome della nuova chiesa, ha come dottrina di base la libertà di copia e di condivisione in rete. Insomma innalza agli onori dell’altare il credo divino di copiare e scaricare tutto ciò che è possibile scaricare dalla rete perchè, come recita un suo comandamento, “l’informazione è un valore, in sè e per quello che contiene, e il valore si moltiplica attraverso la copia”.

Ovviamente il Kopismo, come tutte le religioni che si rispettino, ha una sua simbologia; in questo caso essa è rappresentata dal duplice tasto Ctrl+C e Ctrl+V : ovvero copia e incolla.

Tutto ciò, unito alla presentazione di una liturgia e a regole di meditazione, è stato sufficiente per l’organo che in Svezia si occupa della registrazione dei culti religiosi di conferire al Kopismo il riconoscimento formale di culto. Ed è singolare, tra l’altro, come la Svezia abbia in tema di diritto d’autore una legislazione che considera illegale il download e lo sharing di file protetti da copyright. Quindi sarà interessante vedere in futuro se i Kopisti verranno perseguiti – a questo punto perseguitati – per il loro credo religioso di divulgare illegalmente materiale protetto da copyright.

Ad oggi, essi, sono circa 3.000 in Svezia ma, a livello  mondiale e pur non sapendo di appartenervi, sono milioni i potenziali Kopisti. A partire da quei presunti giornalisti che, sempre più numerosi e sempre più spesso, confezionano un articolo lavorando di forbice e colla.

RAmen. E così sia.

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti