Farmaci open source ?

 Posted by on 25 febbraio 2012  Add comments
Feb 252012
 

Anche lo sviluppo dei farmaci, così come quello dei software, può essere fatto in maniera “open source”. Ne è convinto il dr. Tomasz Sablinski, un ricercatore americano che presenterà alla OpenClinica Global Conference 2012 di Boston (22-24 aprile) l’iniziativa Transparency Life Sciences, per creare il “Linux della farmacologia”.

Le prime ricerche di Sablinski, che ha raggruppato diversi altri ricercatori, saranno su un farmaco per la sclerosi multipla, uno sull’infiammazione intestinale cronica e uno sui problemi cardiocircolatori. Attraverso il sito Transparencyls.com pazienti e ricercatori possono portare esperienze e suggerimenti utili per una sperimentazione. Entro un paio di mesi Sablinski spera di raccogliere abbastanza informazioni per scrivere un vero e proprio progetto da sottoporre all’ente statunitense per il controllo sui farmaci, la Fda (Food and Drug Administration), con un massiccio uso della telemedicina.

L’obiettivo è di dimezzare il costo di una sperimentazione clinica tradizionale, portandolo a 700.000 dollari. “Quello che stiamo cercando di fare – spiega il ricercatore – è canalizzare l’energia del Web nel creare esperimenti che sappiano rispondere alle domande giuste, quelle che vengono dai pazienti. Una volta che avremo dimostrato la fattibilità del progetto, il passo successivo sarà prendere tutti quei farmaci che l’industria non sperimenta perchè sarebbe troppo costoso e cercare di farne lo sviluppo con l’aiuto della rete“.

fonte: Ansa

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti