Il Mostro

 Posted by on 5 Marzo 2012  Add comments
Mar 052012
 

Alcuni giorni fa, dal 24 al 26 febbraio, più di duemila persone si sono riunite al 105 stadium di Rimini per il summit dell’MMT (Modern Money Theory) organizzato da Paolo Barnard. E’ stato l’evento economico europeo più rivoluzionario dei nostri tempi: cinque economisti internazionali hanno fatto lezione dal mattino alla sera per tre giorni, e per tutto questo tempo le duemila persone sono rimaste lì sostenendo sacrifici di tempo ed economici. Non era presente nemmeno un media. Il summit era dedicato a Mariarca Terracciano.

Eravamo lì per salvare le nostre vite, la nostra terra, il nostro Paese dal “mostro” che viene chiamato Euro. E’ impossibile raccontare tutto ciò che l’MMT e i circuitisti hanno raccontato in tre giorni, quindi chi sarà interessato potrà leggere ed ascoltare dal materiale che verrà reso pubblico nel sito www.democraziammt.info. Cerco però, in questo breve articolo, di spiegare perché tutto ciò era così importante.

Tutto ciò che si trova nei libri di testo d’economia è falso, i dati sono falsi, per anni c’è stata raccontata una realtà parallela costruita sulle menzogne. La verità economica è più facilmente riscontrabile nei romanzi o nelle poesie, nella stessa frase di Baudleare “la miglior arma del diavolo è far credere che il diavolo non esiste”.

Il Professor Parguez (Francia) fa una ricostruzione storica del progetto assassino dell’euro:

“L’euro è stata pianificata fra la prima e la seconda guerra mondiale, il piano viene definito poi, da Mitterand con il Trattato di Mastricht. L’obiettivo era distruggere tutta l’economia che fosse al di fuori di Francia e Germania. La commissione europea è totalmente controllata dall’Opus Dei. Le armi per portarci all’obbiettivo sono: morte del mercato del lavoro con disoccupazione, precariato ed esportazione delle imprese. Come realizzare tutto ciò? E’ stato semplice, c’hanno tolto la moneta e costretti ad essere dominati da loro con una loro moneta, l’euro. Qualcuno dice che se non fossimo entrati nell’Euro saremmo al livello di uno Stato africano come lo Zimbawe, il problema è che noi siamo già a livello economico come lo Zimbawe. Nonostante ciò, non andremo in default.

Non vogliono che l’Italia vada in default, vogliono solo impoverirci economicamente e controllarci totalmente, ovviamente tutto ciò si basa sulla totale mancanza di democrazia. L’Euro è un nuovo ordine totalitaristico che fa apparire Hitler e Mussolini dei moderati. I nazifascisti che hanno pianificato ciò (Francia e Germania) non c’hanno messo molto a convincere i nostri rappresentanti politici a “sottostare” a questo assassinio di guerra finanziaria, li hanno pagati. Politici che avevano in mano le nostre vite, già vicini a loro per corrente politica, hanno semplicemente venduto il nostro Paese, le nostre vite. Ecco chi ha preso i soldi: Monti, Draghi, Prodi, Ciampi e chi ha preso soldi più di tutti, Massimo D’Alema.”

Dichiarazioni fatte dal Professor Parguez.

“Non abbiamo nessuna possibilità di salvezza se staremo dentro all’euro, dobbiamo uscirne subito, avere una nostra moneta e dire: “dobbiamo ripagarvi il debito? Lo ripaghiamo con la nostra moneta (svalutandolo) e se non vi sta bene denunciateci, e se non vi sta bene, l’Italia uscirà anche dalla NATO”. Ovviamente, pensate alla nostra classe politica che usa le parole “guerra sociale” e non “guerra finanziaria”, pensate ai nostri sindacati che non sanno fare i conti o costruire un piano di garanzia occupazione; non porteranno mai come bandiera il bene del nostro Paese, dei lavoratori, del Popolo. Quindi, sta a noi. Siamo soli. Ma quei tre giorni sono stati l’inizio.

L’Europa è un mostro che va contro a tutte le regole della Teoria Monetaria Moderna, contro la democrazia, contro la vita.”

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti