Mar 222012
 

Rese note le osservazioni conclusive della Commissione ONU per l’eliminazione della discriminazione razziale (CERD). Accolte quasi tutte le osservazioni presentate dall’ASGI che, in collaborazione con OSI (Open Society Institute) ha presentato un rapporto-ombra.

Dall’attuazione del Decreto per l’Emergenza Nomadi ai contenuti razzisti nei discorsi pubblici, dalle discriminazioni nel mercato del lavoro, ai fenomeni di sfruttamento lavorativo e alle disparità di accesso ai servizi e ai diritti sociali a danno dei migranti, per concludere con la politica di detenzione nei CIE e le espulsioni collettive a danno dei migranti, il quadro che esce dalle raccomandazioni della CERD non è certo esaltante per un Paese che si proclama democratico.

E’ necessaria una più severa applicazione delle normative di contrasto penale alla discriminazione e all’incitamento all’odio razziale nelle sue svariate forme e il Governo deve prendere misure urgenti per contrastare questi fenomeni” – dichiara in sintesi il Comitato nelle sue raccomandazioni.

Siamo soddisfatti” – dichiara Lorenzo Trucco, Presidente ASGI- “ci auguriamo che vengano accolte senza indugi le raccomandazioni della Commissione ONU per l’eliminazione della discriminazione razziale e auspichiamo importante e necessario un maggior coinvolgimento delle organizzazioni della società civile nell’iter della legge istitutiva del Comitato nazionale per i diritti umani, affinché tale istituzione effettivamente ottemperi ai requisiti di indipendenza previsti nei Principi di Parigi“.

Il rapporto del Cerd e l’analisi dettagliata dello stesso (in italiano) può essere letta qui.

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti