Volare, oh oh

 Posted by on 12 marzo 2012  Add comments
Mar 122012
 

Siamo ad ottobre 2011 e il “Governo del fare” proclama solennemente che:

A fine anno Alitalia raggiungerà per la prima volta il pareggio operativo, nonostante la crisi e l’impatto negativo che ha avuto sui prezzi delle forniture. La crescita dei passeggeri nel 2011 è continuata e raggiungerà i 24,5 milioni di clienti: nel 2010 erano stati 23,2 milioni. Inoltre in questi tre anni Alitalia ha garantito un posto di lavoro a 25 mila persone. Questi i risultati dei primi tre anni di attività della nuova Alitalia, fortemente voluta dal governo Berlusconi nel 2008, con la scelta di puntare sulla “cordata italiana” di imprenditori per salvare la compagnia di bandiera.

Solo qualche mese dopo la risposta dei mercati è stata questa:

La notizia è fondamentale per gli equilibri del trasporto aereo passeggeri, che secondo la Iata è cresciuto a gennaio del 5,7% rispetto allo stesso mese dell’anno prima, di pari passo al load factor (i velivoli sono pieni in media al 76,6%). Con 28,1 milioni di passeggeri da e per l’Italia imbarcati nel corso del 2011 (+20% rispetto al 2010) Ryanair è ufficialmente la prima compagnia operante nel Belpaese. Da gennaio a dicembre dello scorso anno il vettore irlandese ha raccolto dunque più clienti dell’azienda di bandiera Alitalia, ferma comunque alla ragguardevole quota di 25 milioni.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti