Causa o effetto?

 Posted by on 5 Aprile 2012  Add comments
Apr 052012
 

In quale altro paese occidentale gli ex presidenti del Parlamento continuano a godere dei privilegi a vita una volta cessati dalla carica ? In nessuno. Lo stesso presidente Obama una volta terminato il suo mandato tornerà ad essere un comune cittadino senza ricevere nessun benefit statale o federale.

Da noi in Italia, invece, si verifica un’anomalia abnorme. Gli ex presidenti di Camera e Senato continuano a mantenere l’uso dell’ufficio a palazzo Giustiniani con cinque segretari, con l’auto di servizio con autista e voli gratis. Fino a qualche giorno fa questo privilegio veniva loro garantito per tutta la vita. Adesso, anzichè essere abolito come giusto sarebbe, è stato ridotto a “soli” dieci anni dal termine del mandato. Tranne che al Senato dogli ex presidenti  che hanno svolto il mandato prima del 2001 continueranno a mantenere i benefit a vita.

Le reazioni sono state varie. Si va da Pier Ferdinando Casini – dal 1983 ininterrottamente in Parlamento – che ha annunciato di rinunciare immediatamente ai benefit (ma perchè solo ora che è emersa la questione? non poteva fare il nobile gesto tre anni fa?), a A Luciano Violante che ha, invece, bollato il gesto di Casini come venato da ipocrisia.

Fausto Bertinotti – pilatescamente –  si è rimesso a ciò che le istituzioni decideranno in materia. Irene Pivetti – presidente della camera dal 1996 al 1998 – è invece infuriata per la “voglia di forca” dell’antipolitica e farà ricorso contro una riduzione che, poverina, la penalizza. E anche Marcello Pera denuncia come la deriva giustizialista dell’antipolitica abbia preso il sopravvento nel Paese e nel giornalismo facendo di tutta l’erba un fascio.

Questi signori hanno dimenticato – se mai l’hanno perseguito – il concetto classico di Politica. Nel difendere questi privilegi – in particolare nel momento in cui si chiedono gravissimi sacrifici ai giovani, ai pensionati – essi dimostrano di essere fuori da ogni realtà. Non si vergognano di rivendicare, esplicitamente, l’appartenenza a quella che è stata definita, con azzeccata scelta, una casta.

Vadano a spiegare ai pensionati che i privilegi di cui godono sono necessari per una loro dignitosa esistenza.

Parlano, questi signori, di antipolitica confondendo l’effetto con la causa. Non sono loro a subire l’effetto di una degenerazione, essendone, invece, la causa diretta. Sono loro l’unica e ammorbante antipolitica che affligge questo paese.

 

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti