I difensori della vita

 Posted by on 25 Maggio 2012  Add comments
Mag 252012
 

E così la procreazione assistita o fecondazione eterologa resta vietata.

La Corte Costituzionale ha deciso di non decidere, rimettendo gli atti ai giudici che hanno sollevato la questione di legittimità costituzionale della legge 40. L’Italia rimane uno dei pochi paesi in Europa ancora a impedirla,  alimentando tra l’altro una maternità di classe visto che pochi possono permettersi il lusso di un viaggio all’estero per diventare genitori.

Ne gioiranno i “difensori della vita” che si sono battuti perchè in Italia non fosse introdotta la fecondazione assistita. Come altrettanto felici di aver compiuto la loro santa missione saranno i nostri politi italiani asserviti alle gerarchie ecclesiastiche.

Già, i “difensori della vita”. Quelli sempre pronti a linciare moralmente le donne che decidono di interrompere la gravidanza ma non si sognerebbero di introdurre nelle scuole una sana educazione alla sessualità consapevole. Quelli sempre lì  ad accusare lo stato di infanticidio per l’introduzione della pillola RU486. Quelli fermi nell’imporre l’accanimento terapeutico. Quelli che venerano la loro visione etico-religioso-culturale della vita come unico modello valido per tutti.

Al momento il solo risultato ottenuto è quello di aver impedito la maternità a quelle donne che non riescono ad avere un figlio.

E’ sempre più triste e mortificante, vivere in un Paese governato dagli unti dal signore.

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti