Viaggio verso i Moso

 Posted by on 3 luglio 2012  Add comments
Lug 032012
 

 

Lo sguardo del nostro blog si sposta verso Oriente. Andiamo in Cina, nella provincia dello Yunnan, ai piedi dell’Himalaya. Saliremo fino al Lugu Lake e visiteremo i villaggi dell’etnia Moso, portatrice di una cultura millenaria basata sulla gestione al femminile della famiglia, della proprietà, della società.

Viaggeremo seguendo le tracce della nostra Ottavina Reale, che per qualche tempo abbandonerà la tradizionale identità blogger di correttrice di bozze per vestire gli improbabili panni di cineasta dilettante, al seguito di una troupe amatoriale intenzionata ad arrivare fin lassù per girare un documentario sul popolo Moso.

I Moso sono noti soprattutto per la struttura matrilineare della società e per l’organizzazione familiare che non prevede matrimonio o convivenza. Su questo mito della “libertà sessuale delle femmine” sì è scatenata l’attenzione degli occidentali ed è fiorita un’imponente industria turistica, soprattutto ora che, dopo secoli di isolamento, il luogo è facilmente accessibile sia dallo Yunnan che dalla provincia del Sichuan grazie alla costruzione di nuovissime superstrade.

Le curiosità su questo popolo sono tante, ma una in particolare ci solletica: i Moso, come ce li racconta la recente letteratura sull’argomento, esistono veramente o sono la proiezione del nostro bisogno di credere a mitologiche perfezioni? Esiste veramente, e con quali esiti, una cultura tutta al femminile, priva di conflitti, retta da sagge Dabu (matriarche) e votata al rispetto della natura, dell’ambiente, della spiritualità? Quanto è davvero reale quel mondo incontaminato descritto nei libri, nei filmati, nei documentari, nei reportages? O quanto, piuttosto, questa visione idilliaca è il frutto di una nostalgia occidentale  – gli studi antropologici pullulano di esempi – che tende a idealizzare ciò che è arcaico, ciò che è diverso, ciò che è lontano?

Al Viaggio verso i Moso dedichiamo un’intera sezione raggiungibile con il tab Moso del menu.

(immagine: MinitrueBlog Archive)

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti