La Apple sbeffeggia l’Europa

 Posted by on 21 settembre 2012  Add comments
Set 212012
 

Nel 2009 Apple e altri tredici produttori sottoscrissero un protocollo d’intesa (leggi qui) con la Commissione Europea per adottare un caricabatteria comune per tutti i telefoni cellulari, basato sul connettore Micro-USB. Tutti si impegnarono affinché i nuovi dispositivi con caricatore intercompatibile arrivassero sul mercato UE a partire dal 2010. Orbene, nel 2011 Apple ha sfornato iPhone 4 S con il vecchio connettore a 30 pin e tra qualche giorno venderà iPhone 5 con il nuovo connettore Lightning. Del Micro-USB non c’è traccia, e al danno si è aggiunta la beffa. Gli acquirenti del nuovo iPhone devono comprarsi a parte un ulteriore adattatore per far dialogare lo smartphone con gli accessori a 30 pin. L’accordo del 2009 è carta straccia e la Commissione Europea è stata sbeffeggiata un’altra volta dalla multinazionale americana.

Apriti cielo, se fosse successo negli States con un prodotto europeo! Nel vecchio continente, invece, si fa finta di niente. Tace la Commissione e tacciono i commissari. Soltanto l’Anec, l’organizzazione europea che tutela i diritti dei consumatori nella standardizzazione e la certificazione, ha gridato allo scandalo. ”Apple sembra pronta a sfruttare i suoi fedeli fan aspettando che paghino ulteriori 19 euro per comprare l’adattatore per l’iPhone 5 – dice l’Anec – Apple dovrebbe rendere Lightning compatibile con Micro-Usb gratis per i consumatori”.

Eppure l’accordo del 2009 era chiaro quanto pomposo:

Il Protocollo d’intesa sarà corredato di una nuova norma UE. Questa norma assicurerà un uso sicuro dei nuovi telefoni mobili oltre ad ovviare ai problemi delle interferenze radio. La Commissione europea continua a lavorare a stretto contatto con l’industria per assicurare che il Protocollo d’intesa diventi operativo in tempi brevi. Essa si attende che la prima generazione di nuovi telefoni cellulari con caricatore intercompatibile arrivi sul mercato UE a partire dal 2010. Le seguenti società hanno firmato il Protocollo d’intesa: Apple, LG, Motorola, NEC, Nokia, Qualcomm, Research In Motion (RIM), Samsung, Sony Ericsson, Texas Instruments.

Bruxelles, se ci sei, batti un colpo.

(fonte: Globalist.it)

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti