ROTFL

 di - 2 febbraio 2013  Aggiungi commenti
feb 022013
 

Angelo Marcello Cardani, Presidente dell’Agcom, si esprime sulla par condicio e sostiene che essa dovrebbe essere applicata anche al web:

È necessario che ci sia una normativa per il web, che non c’è. Al momento tutto ciò che avviene su internet non è sottoposto alla nostra giurisdizione. Il ricorso a strumenti nuovi è crescente e quindi ritengo che il Parlamento prima o poi debba esaminare la questione.

Immagino la scena: centinaia di cyber poliziotti davanti ai monitor  a controllare – real time – i Social Network, i post dei blog con i relativi commenti, i Forum di discussione. Pronti a sanzionare un politico solo perchè ha avuto un like facebucchiano – o un G+ – più di un altro, oppure perchè è stato maggiormente ritwittato rispetto agli altri avversari politici.

Qualcuno spieghi a questo signore incompetente – ma di quelli come lui, purtroppo, l’Italia è piena – che cos’è  Internet. Magari partendo dall’ABC.

E già che ci siamo, qualcuno si prenda anche la pena di tradurgli il titolo di questo post, un acronimo che sembra proprio coniato per lui.

 Lascia un commento

Connect with Facebook