Niente di nuovo

 Posted by on 13 aprile 2013  Add comments
Apr 132013
 

Fiume 1920, Gabriele D'Annunzio

Veramente sembra che l’Italia non possa assistere allo spettacolo che dà la casta politica se non con le narici turate, come quei cavalieri dei suoi vecchi affreschi fermi davanti ai cadaveri nelle bare senza coperchio.

Questa parola, con uno scoppio formidabile, noi la grideremo su la piazza di Montecitorio e su la piazza del Quirinale: Basta! Cominciate a gridarla con tutti i vostri polmoni. Ma abbiate anche i pugni pronti. Basta!

Gabriele D’Annunzio, 1921

  One Response to “Niente di nuovo”

  1. Caro Jeremy, bella citazione, ripresa credo dal libro ora pubblicato: G. D’Annunzio, ‘Manuale del Rivoluzionario’, Tre Editori. Per leggere di più al riguardo andare a

    http://www.huffingtonpost.it/2013/04/12/la-casta-dannunzio-la-fustigo-per-primo_n_3070733.html

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti