mag 102013
 

1959, Speakers Corner Hide Park London

Nel 1917, ben prima del fascismo, Gramsci ricordò tramite i suoi articoli una legge che considerò un sopruso giudiziario e poliziesco.

Era il famoso “decreto Sacchi“(incredibile che solo nella Storia italiana escono fuori leggi abbinate ai nomi dei deputati) che prevedeva l’arresto preventivo per chi esponeva idee “anti patriottiste”.

E allora citò un racconto di un professore universitario che una volta andò a Londra e rimase sdegnato del fatto che in piazza c’erano delle persone anarchiche che predicavano cose, a detta di lui, terrificanti. Allora si rivolse ad un “policeman” vicino chiedendogli esterrefatto : “Ma voi cosa ci state a fare qui, perchè non fate tacere questi qui?“. E il poliziotto flemmaticamente: ” Sono qui per fare tacere gli uomini come voi che vorrebbero togliere la libertà agli altri di parlare“.

Accadde che un poliziotto inglese dette lezioni di liberalismo (quello vero) ad un professore universitario italiano.

E infatti non a caso che da lì a poco, in Italia, ci fu l’avvento del fascismo

(da Inka L’Incarcerato)

 Lascia un commento

Connect with Facebook