giu 132013
 

Slot Machines Confiscated

Oggi 13 giugno è il Blogging Day contro il gioco d’azzardo legale, mobilitazione alla quale questo Blog aderisce. L’iniziativa è nata da un appello promosso dal blog Donne Viola ed ha come scopo l’unire i blogger in una giornata da dedicare contro la piaga del gioco d’azzardo. Fenomeno, questo,  che si sta sempre più diffondendo nelle città e in rete.

Tanti sono i personaggi pubblici che sostengono e retwittato la campagna: Max Pezzali, Pupo, Lorella Cuccarini, Fiorella Mannoia, Valerio Staffelli tanto per citarne alcuni.

L'”azzardopatia” è un problema sociale che coinvolge 17 milioni d’italiani e fattura 87,6 miliardi. Lo Stato ogni anno con la fiscalità applicata al gioco d’azzardo incassa circa 8,7 miliardi di euro. Gli italiani infatti spendono nel gioco d’azzardo – pro capite –   oltre 1.500 euro l’anno; cifre che incide per un 12% sulle spese per i consumi. Le spese per il gioco d’azzardo in Italia rappresentano il 4,4 % del mercato mondiale e il 15% di quello europeo dove risultiamo, tristemente, primi.

Per fortuna qualcosa si sta muovendo per contrastare questo fenomeno. Dallo scorso aprile la Regione Liguria si è dotata di due leggi che hanno permesso di non vanificare i tentativi di regolazione dei Comuni. Le Regioni Lombardia e Emilia-Romagna stanno per concludere un iter legislativo in proposito. Mentre a  livello nazionale lo scorso 27 marzo è stata depositata un disegno di legge firmato da decine di parlamentari di diversi gruppi. Per il sostegno alla legge è stato creato un sito dal nome significativo “Non è un gioco“.

E’ necessaria comunque una maggiore presa di coscienza e mobilitazione per contrastare quella che è diventata oramai una vera e propria piaga sociale. Piaga che – rincorrendo un effimero sogno di ricchezza – brucia una quota pari al 4% del Pil nazionale.

 Lascia un commento

Connect with Facebook