Ott 012013
 

1961

Il ministro dell’Istruzione Anna Maria Corrozza ha firmato giovedi scorso il decreto sull’adozione dei libri digitali nelle scuole. Tutto bello e tutto vero ? Macchè.

Nel decreto – il solito ministeriale, burocratico documento – si stabilisce la graduale adozione dei libri elettronici a partire dall’anno scolastico 2014-2015. E fin qui tutto bene però il decreto contiene poco altro. E quel poco in maniera criptica.

Vengono infatti istituiti non ben precisati tavoli di concertazione con gli editori (quegli stessi editori che hanno portato in causa al ministero sostenendo che gli ebook fanno male). Mentre non vengono precisate le risorse con le quali dovranno essere formati gli insegnanti alla nuova tecnologia. Ma soprattutto chi dovrà pagare i tablet.

Ci conforta però l’articolo 5 del decreto. Articolo che rimanda a un successivo decreto dello stesso ministero che specificherà le modalità di accesso ai supporti e ai contenuti tecnologici.

Tutto in perfetta armonia con l’oramai defunto “governo del rinvio”.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti