La banda dei Proci

 Posted by on 2 ottobre 2013  Add comments
Ott 022013
 

polverini

 

Ma credete veramente alle due anime del berlusconismo? Ai “falchi” come la Santanchè, Verdini, Bondi, Capezzone e alle “colombe” o meglio ai “diversamente berlusconiani” come Alfano, Di Girolamo e – udite, udite – Cicchitto?

Credete veramente che i secondi rompano con i primi in nome di un senso di responsabilità che, peraltro, non hanno mai dimostrato di possedere?  E credete veramente che il motivo del contendere sia il basso grado di liberalismo che alberga nella rinata Forza Italia?

Se credete a questo, siete degli illusi. Loro, nati politicamente e cresciuti all’ombra del capo, sono esattamente come lui: avidi, indifferenti a ogni cosa che non sia legata al proprio tornaconto personale e di parte, privi di ogni interesse che riguardi il bene comune del paese.

E in vista della fine di Berlusconi sono in guerra fra loro per accaparrarsi le poltrone e le cariche della nuova formazione politica. Per spartirsi le spoglie e i tesori.

Il motivo del loro apparente contendere sta tutto qua.

Esattamente come i Proci alla corte di Ulisse.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti