Nov 232013
 

 L’Agenzia Italiana del Farmaco mette su internet i foglietti dei medicinali in commercio in Italia. L’accesso pubblico e gratuito dal sito.

Capita a tutti di smarrire le istruzioni dei farmaci, con il rischio di utilizzarli senza le dovute precauzioni o in dosi sbagliate. Ma adesso questo problema ha trovato una soluzione. Infatti l’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco, ha messo on-line i foglietti illustrativi dei medicinali.

Il suo nome, Bugiardino, viene dal passato, quando il foglietto era spesso ricco di omissioni sugli effetti collaterali del farmaco. Per fortuna adesso le istruzioni sono molto dettagliate.

Il catalogo di farmaci. Ben 16.000 documenti fra fogli Illustrativi e riassunti delle caratteristiche del prodotto per 8mila farmaci, che si riferiscono a più di 66.400 confezioni. Sono tutti i medicinali in commercio in Italia. I documenti pubblicati sono stati verificati ed approvati dall’Aifa o dall’Agenzia Europea dei Medicinali.

Cosa si trova. Il bugiardino come nella confezione, cioè riassunti delle caratteristiche del prodotto e fogli illustrativi. Ci sono anche eventuali aggiornamenti sugli effetti indesiderati, le posologie e nuove studi Aggiornamenti che si fanno abitualmente, nel 2012 le richieste di sono state 5000, ma che richiedono tempo. Sul sito c’è sempre la versione più aggiornata.

La ricerca. Per cercare nel sito ci sono alcuni parametri: il principio attivo, il nome commerciale del farmaco, l’azienda che lo produce. Appena entrati nel sito, per proseguire, è necessario leggere e accettare le condizioni d’uso. Selezionato il farmaco, il sistema visualizza le informazioni generali relative al farmaco cioè principio attivo, numero dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio e nome dell’azienda titolare dell’Autorizzazione. Ci sono poi le indicazioni su autorizzazioni, revoche o sospensioni del farmaco dalla vendita.

Banca dati pubblica. Si accede direttamente dal portale istituzionale dell’Aifa e dai link farmaci.agenziafarmaco.gov.it e farmaci.aifa.gov.it. Per approfondire c’è la presentazione dell’Agenzia del Farmaco.

Pagamenti e rimborsi. In Italia esistono tre classi di rimborsabilità: quelli di classe A sono a carico dal Servizio Sanitario Nazionale, quelli di classe C a carico del cittadino e quelli di classe H, a carico dal Servizio Sanitario Nazionale solo in ambito ospedaliero.

La prescrizione del medico. Secondo la legge del dicembre 2012 il medico deve indicare il principio attivo nella ricetta da solo o insieme a uno specifico medicinale. Si può indicare il nome commerciale e questo deve essere fornito se nella ricetta è inserita, con motivazione, la clausola di non sostituibilità.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti