Dic 052013
 

titanic

Con il pronunciamento della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima – in alcune parti –  l’attuale legge elettorale finisce la seconda repubblica.

Finisce male sancendo il default della politica che ha saputo solo darsi regole contro qualcuno, anzichè regole condivise per la collettività.

E così ritorniamo al 1992 come se questi ventanni siano stati solo una parentesi, una vergognosa parentesi.

Gioiranno coloro che sono fautori del proporzionale e ultras delle larghe intese. Gioiranno gli inciuciatori di professione, coloro che con un seguito da prefisso telefonico potranno dettare le regole ricattatorie per la governabilità. Quelli stessi che  nella prima repubblica hanno con la loro politica di meschina sopravvivenza, amplificata la corruzione.

E magari adesso staranno scegliendo la musica da far suonare all’orchestra non accorgendosi che l’iceberg del populismo becero e fascistoide è sempre più drammaticamente vicino.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti