Dic 202013
 

Lo scorso 17 dicembre la Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni del Parlamento Europeo ha approvato un progetto di direttiva sulla “confisca dei beni di origine criminale in seguito a una condanna definitiva”.

La proposta, adesso, dovrà essere convalidata dal Consiglio Europeo e poi votata dal Parlamento. Si prevede che la sua approvazione – puramente formale visto il largo consenso – avverrà nel prossimo febbraio.

Se verranno rispettati i tempi la direttiva entrerà in vigore prime delle prossime elezioni europee previsto per maggio 2014. Da quel momento gli stati membri avranno trenta mesi di tempo per adeguare le singole legislazioni alla nuova direttiva.

La confisca riguarderà i beni derivati da attività criminali e registrati a nome dei parenti e amici del condannato.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti