Jeremy A. Brady

Jeremy A. Brady

Jeremy Alistair Brady – detto perfidamente JAB dai rari amici – è un Poeta, Scrittore, Fotografo, Sociologo, Filosofo, Pittore, Poliglotta, Incisore, Fine Dicitore, Cantautore, Direttore di Coro, Cembalista, Ebanista, Piastrellista e Idraulico Tubista. Il suo eclettismo avrebbe ispirato a Charles Dickens il personaggio di Samuel Pickwick. Personaggio nel quale egli, ovviamente, si riconosce appieno.

Non ci sono più …

 Posted by on 3 novembre 2013  No Responses »
Nov 032013
 

… le Donne Manager di una volta

(La suffragetta Lady Florence Norman sul suo mini-scooter mentre si reca nella propria azienda ove era la Manager. Il mini-scooter è il regalo di compleanno fattole da suo marito, il giornalista e politico liberale Sir Henry Norman. London 1916)

 

Nov 022013
 

Enrico Letta

Il 18 agosto al Meeting di CL di Rimini:

Dal primo settembre si cominci a discutere con urgenza il cambiamento – a mio avviso – più urgente che ci sia: il cambiamento della Legge Elettorale.

In una intervista rilasciata alla Stampa ieri, 1° novembre:

Penso che entro l’estate possiamo chiudere la partita, con la riduzione dei parlamentari, la fine del bicameralismo, una nuova legge elettorale

I nemici delle tasse

 Posted by on 30 ottobre 2013  No Responses »
Ott 302013
 

images

L’Iva portata al 58,5% sulle cartine e sui filtri per confezionare le sigarette “rollate” fai-da-te. Mentre Il decreto sulla scuola prevede come copertura, tra l’altro, l’aumento delle accise sulla birra.

I proponenti? Ma i nemici delle tasse del Pdl Renato Brunetta e Giancarlo Galan, che diamine.

Ott 142013
 

Freedom House

L’organizzazione non governativa internazionale Freedom House ha rilasciato il rapporto riguardante la libertà della rete valutando le protezioni inserite nelle reti di ben sessanta nazioni di tutto il mondo. L’Italia si pone al nono posto.

Freedom House assegna per ciascuna nazione un punteggio basandosi su tre fattori: la presenza di ostacoli nell’accesso ad internet (con punteggio da 0 a 25), le limitazioni imposte nei contenuti (con punteggio da 0 a 35) e la violazione dei diritti degli utenti (punteggio da 0 a 40 punti). Più il risultato è basso più la rete risulta libera da limitazioni e da violazioni.

L’Islanda è il paese con la connessione internet più libera, senza quindi restrizioni, violazioni o altro, al secondo posto con 9 punti troviamo l’Estonia seguita da Germania e Stati Uniti a 17 punti. Seguono l’Australia con 18 punti, la Francia con 20 punti, il Giappone con 22 punti e l’Ungheria ed l’Italia con 23 punti. I 23 punti dell’Italia indicano che la nostra rete (anche se lenta) è abbastanza libera con 5 punti sull’accesso, 6 punti sulle limitazioni nei contenuti e 12 punti sulle violazioni.

Il rapporto completo può essere letto e scaricato qua.

L’estasi del PD

 Posted by on 4 ottobre 2013  No Responses »
Ott 042013
 

Santa Teresa d'Avila

Per Dario Franceschini – ministro PD – con la fiducia ottenuta dal governo Letta “si chiude un ventennio“. Roberto Speranza – capogruppo PD alla Camera – è del parere che “niente sarà come prima“, mentre per Gianni Cuperlo – condidato alla segreteria del PD – “adesso può cambiare tutto“.

Infine per Alessandra Moretti – ex braccio destro di Bersani – il “PD da domani non governerà più con Berlusconi ma con un centrodestra moderato“.

Francamente non pensavamo che la prospettiva di governare con Alfano, Cicchitto, Giovanardi, Formigoni (e il resto della banda) producesse una tale orgasmica felicità.

 

 

Ott 012013
 

1961

Il ministro dell’Istruzione Anna Maria Corrozza ha firmato giovedi scorso il decreto sull’adozione dei libri digitali nelle scuole. Tutto bello e tutto vero ? Macchè.

Nel decreto – il solito ministeriale, burocratico documento – si stabilisce la graduale adozione dei libri elettronici a partire dall’anno scolastico 2014-2015. E fin qui tutto bene però il decreto contiene poco altro. E quel poco in maniera criptica.

Vengono infatti istituiti non ben precisati tavoli di concertazione con gli editori (quegli stessi editori che hanno portato in causa al ministero sostenendo che gli ebook fanno male). Mentre non vengono precisate le risorse con le quali dovranno essere formati gli insegnanti alla nuova tecnologia. Ma soprattutto chi dovrà pagare i tablet.

Ci conforta però l’articolo 5 del decreto. Articolo che rimanda a un successivo decreto dello stesso ministero che specificherà le modalità di accesso ai supporti e ai contenuti tecnologici.

Tutto in perfetta armonia con l’oramai defunto “governo del rinvio”.

Set 252013
 

Beppe Grillo

Beppe Grillo, ieri 24 settembre, a proposito della vendita di telecom alla spagnola Telefonica:

L’italia perde un altro pezzo, Telecom Italia. Le telecomunicazioni diventano spagnole. Un disastro annunciato da un saccheggio continuato, pianificato e portato a termine con cinismo di quella che era tra le più potenti, innovative e floride società italiane.

Sempre Beppe Grillo il 29 aprile 2010:

Telecom deve essere venduta al più presto a Telefonica o a qualche grande gruppo internazionale prima che attuali azionisti ne spolpino anche le ossa.

Set 242013
 

Constitute

Il gigante di Mountain View ha creato un bellissimo sito – Constitute il suo nome – contenente le Costituzioni di 160 Paesi. Dall’ Afghanistan allo Zimbabwe le Costituzioni – in inglese – possono essere consultare online e scaricate in formato .pdf.

La nostra non c’è.

Psico farsa

 Posted by on 19 settembre 2013  No Responses »
Set 192013
 

 

Non c’è più la certezza del diritto, siamo diventati una democrazia dimezzata, alla mercé di una magistratura che gode di una totale irresponsabilità, non più ordine dello Stato ma potere dello Stato, anzi contropotere in grado di condizionare legislativo ed esecutivo, che vuole realizzare la via giudiziaria al socialismo. (Silvio Berlusconi nel suo videomessaggio)

Queste parole non sono drammatiche, sono farsesche. Di drammatico c’è solo il timore – fondato – che tanti scambino questa farsa per realtà. Oggi come vent’anni fa.

Vai alla barra degli strumenti