Come Preparare Anelli di Totani e Carote Fritte

Gli anelli di totani fritti sono uno dei piatti più amati della cucina italiana, una ricetta di pesce protagonista di tante tavolate estive, ma perfetta da realizzare in ogni stagione dell’anno. Il segreto per la buona riuscita della frittura o è avere qualche accortezza: gli anelli di totani devono essere asciutti, bisogna infarinarli bene, meglio usare la farina di semola di grano duro che è più resistente al calore dell’olio; usare l’olio di arachidi, perfetto per friggere, e deve essere abbondante e caldo. I calamari, immersi nell’olio, devono diventare dorati e croccanti. Usate qualche carota tagliata a fettine e fritta sia per decorare il piatto che come contorno.

Difficoltà: bassa

Preparazione: 10 minuti

Cottura: 6 minuti

Ingredienti
Anelli di totani: 1 kg
Farina di semola di grano duro: q.b.
Olio di arachidi: 1 litro
Sale: q.b.
Carote: 4/5

Preparazione
Prendete gli anelli di totani, lavateli, metteteli a scolare su un piatto coperto dalla carta assorbente e asciugateli per bene. Nel frattempo pulite le carote e tagliatele a fettine sottili nel senso della lunghezza.

Infarinate sia le carote che i totani all’interno di una ciotola o, se preferite, potete prendere una busta da freezer, mettere dentro la farina e i totani, chiudere e agitare in modo che i totani si ricoprano uniformemente di farina. In una padella con il bordo alto fate riscaldare l’olio, la fiamma non deve essere troppo alta. Quando l’olio inizia a fare delle bollicine mettete un anello di totano all’interno. Se frigge e il pesce risale in qualche secondo l’olio è pronto e possiamo mettere gli altri pesci poco per volta.

I totani devono diventare dorati e croccanti. Una volta cotti, lasciateli riposare sulla carta assorbente fin quando la superficie non sarà asciutta. Fate lo stesso con le carote. Salate all’ultimo e servite subito.