Come Riconoscere la Faraona dal Petto Pianco

Questo uccello, l’Agelastes meleagrides (nome scientifico), è una specie rarissima dell’ordine dei Galliformi. La sua famiglia di appartenenza è quella dei Numididi ma non si sa moltissimo delle sue abitudini soprattutto riproduttive.

A differenza della faraone comune, la faraona dalla testa rossa (soprannome di questa particolare specie qui descritta) assomiglia più a un tacchino che a una gallina come di consueto.

La faraona è un animale prettamente africano e il suo habitat naturale è costituito dalla savana o nascoste nel profondo delle foreste.
Questo uccello è parecchio amichevole e si sposta in gruppi di 5 – 20 uccelli nutrendosi di erbe, insetti e semi.

Imparentate con i fagiani e i galli, le faraone sono monogame e dunque ogni maschio ha a disposizione solo una femmina per accoppiarsi. Proprio per questa sua fedeltà, gli allevatori riscontrano parecchi problemi per avere nuovi cuccioli e quindi, bisogna avere a disposizione sempre lo stesso numero di maschi e di femmine.

La faraona possiede uno sperone supplementare e ha l’abitudine di raspare il terreno con le zampe alla ricerca di qualcosa da mangiare. Ciò può diventare un problema nelle zone agricole, in cui le coltivazioni vengono spesso “distrutte” perché dissotterrano i semi delle piante.