Chagall e il Mediterraneo

 Posted by on 22 Novembre 2009  Add comments
Nov 222009
 

Chagall e il Mediterraneo” questo è il titolo della Mostra organizzata dal Comune di Pisa e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa. La Mostra vedrà esposte 150 opere, tra dipinti, sculture, ceramiche e tavole selezionate dalle storiche edizioni Tériade. Opere provenienti dalle più importanti istituzioni pubbliche francesi, come il Musée National Marc Chagall di Nizza, il Centre Pompidou di Parigi, il Musée Matisse di Le Cateau Cambrésis e da collezioni private.

L’opera di Chagall – nato Mark Zakharovi Šagalov – nasce dalla tradizione popolare ebraica e dal folclore russo. L’artista non vuole abbandonare i ricordi della sua infanzia, per cui ricerca nelle avanguardie di quel periodo una soluzione di ordine formale. Non desidera però incarnarsi nell’asetticità del cubismo. Ed ecco allora che il concetto spaziale  viene sviluppato da Chagall fino alla perdita del senso di gravità generando episodi apparentemente senza senso. Una realtà visionaria, fatta di esseri microscopici e giganti che convivono con una umanità volante, leggiadra e contorta che sembra prediligere soste sugli alberi e sui tetti. E’ la tradizione ebraica russa che Chagall cerca di far convivere con il formalismo cubista.

La Mostra pisana è la prima di un ciclo triennale – l’autunno 2010 vedrà l’esposizione delle opere Mirò – dedicato ai grandi Maestri dell’arte del Novecento e al loro rapporto con le tradizioni, la luce e le culture del Mediterraneo.

La Mostra rimarrà aperta fino al 17 gennaio 2010. Il percorso espositivo  può essere scaricato qua (pdf).

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti