Se c’ero dormivo

 Posted by on 14 settembre 2010  Add comments
Set 142010
 

Recentemente abbiamo pubblicato l’elenco dei cinquantadue eurodeputati italiani che hanno votato a favore della nuova direttiva europea in tema di vivisezione. Uno di questi, Pino Arlacchi (ALDE, i democratici e liberali europei), ha scritto una lettera di risposta alle numerose e-mail di protesta ricevute. Lettera nella quale spiega i motivi del suo voto favorevole di cui, pare, sia adesso pentito.

Un brano di quella lettera ci sembra inquietante.  Arlacchi scrive:

E dico subito che ho un pò sottovalutato il tema, affidandomi alla valutazione del mio gruppo (ALDE, i democratici e liberali europei), senza approfondire l’ argomento con una indagine personale.

Vediamo se abbiamo capito bene:  questi signori se ne vanno a Strasburgo, ricevono  indicazioni su come votare su un provvedimento di cui sanno poco o niente, eseguono  diligentemente il compitino e se ne ritornano in Italia. Il dovere di europarlamentare – remunerato profumatamente  – è così espletato e la coscienza è salva.

Diamo atto a Pino Arlacchi – che conosciamo per persona seria e competente in tema di lotta alla criminalità organizzata – di aver detto perlomeno le cose come stanno.  L’indecente silenzio degli altri cinquantuno eurodeputati  ci assorda.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti