Sempre più corrotti?

 Posted by on 30 ottobre 2010  Add comments
Ott 302010
 

La Transparency International, autorevole associazione non governativa e no profit impegnata nella lotta alla corruzione, redige annualmente un indice di percezione della corruzione nel settore pubblico e nella politica di numerosi Paesi nel mondo (Corruption Perception Index – CPI). Questo indice della corruzione, che nel 2010 ha interessato 178 Paesi, ha visto l’Italia posizionarsi al 67° posto in graduatoria.

La situazione italiana è decisamente negativa se si considera che, da una classifica in cui ciascun Paese può ottenere una votazione che va da 0 (massima corruzione) a 10 (assenza di corruzione), l’Italia ha ottenuto una votazione di 3,9, con una perdita di quattro posizioni in graduatoria rispetto all’anno precedente e dietro a paesi quali il Ghana, la Crotia e la Tunisia.

Prima in assoluto in questa graduatoria la Danimarca e paesi quali la Germania e il Regno Unito si sono posizionati rispettivamente al 15°  e 20° posto. Posizioni molto distanti dalla situazione italiana che è notevolmente al di sotto di un’ipotetica sufficienza. Cliccando sull’immagine si può prendere visione della graduatoria nel suo complesso. Qua, invece, si può consultare il rapporto completo.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti