Dic 222010
 

Circa un anno fa avevamo affrontato lo scandalo della pedofilia nella chiesa cattolica irlandese. Centinaia di abusi emersi dal lavoro della  Commissione statale “Child Abuse Commission”. Adesso, a seguito dei documenti resi pubblici da Wikileaks si apprende che la Santa Sede, come riportato anche dai quotidiani Guardian e Washington Post, si sentirebbe “offesa dalla mancanza di rispetto e di protezione di cui il governo irlandese ha dato prova nelle inchieste” riguardanti i numerosissimi reati di pedofilia commessi dal clero cattolico irlandese, e la successiva sistematica copertura assicurata dalle gerarchie ecclesiastiche.

La Chiesa, che ha spesso usato lo status vaticano di immunità diplomatica in quanto stato estero per coprire i reati ascritti ai sacerdoti, imputa alle autorità la mancanza di rispetto per la sovranità vaticana. Sono infatti stati interrogati anche personaggi ecclesiastici di alto rango, incluso il Nunzio Apostolico in Irlanda. Il Vaticano si risente perché il governo irlandese “non si è intromesso a dirigere la Commissione Murphy”, incaricata di occuparsi di questa inchiesta. Per contro, il Vaticano non ha mai fornito alcuna risposta ufficiale agli interrogativi della Commissione, accusando invece alcuni esponenti dell’opposizione di approfittare dello scandalo per avvantaggiarsi politicamente.

L’inchiesta ha portato alle dimissioni di 4 dei 5 vescovi accusati, mentre il quinto ha rifiutato di ritirarsi, causando nell’opinione pubblica irlandese enorme risentimento, dovuto anche al fatto che l’inchiesta, che sinora ha riguardato solo l’Arcidiocesi di Dublino, verrà estesa anche alle altre diocesi e porterà quasi certamente alla scoperta di nuovi abusi.

Di recente, il Segretario di Stato vaticano, Card. Bertone ha scritto all’Ambasciata Irlandese richiedendo che l’inchiesta passi solo attraverso i canali diplomatici tramite rogatoria internazionale. Il governo irlandese sinora non ha ulteriormente insistito nel chiedere risposta alle domande scaturite dall’inchiesta, ufficialmente a causa del fatto che questa procedura non sia stata fino ad ora utilizzata.

fonte: Uaar

 Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla barra degli strumenti