Il Teorema del Delirio

 Posted by on 24 giugno 2011  Add comments
Giu 242011
 

“Tentano di destabilizzarci”. Così Fabrizio Cicchitto in merito al verminaio che sta emergendo dalle intercettazioni telefoniche disposte a carico di Luigi Bisignani.

Per il pidduista ed ex socialista Cicchitto, quindi,  è colui che intercetta  che destabilizza le relazioni politiche, e non la collega di partito che al telefono, riferendosi a lui, lo giudica un imbecille venduto. C’è da capirlo, poveretto.

Guarda ma non è finita Luigi, perché io non mi faccio trattare come Bondi, mi dispiace […] In tre minuti salta non Verdini ma quell’imbecille di Cicchitto… Anche ieri ha perso un’occasione per stare zitto […] Si è venduto a questi di Alleanza Nazionale e in questo modo sta in piedi. (Maria Stella Gelmini con Luigi Bisignani).

La conosci la ministra rossa, quella del turismo?  No, è una stronza, brutta, un mostro, mignotta come poche, la più mignotta di tutte (Luigi Bisignani a una domanda del figlio).

Berlusconi deve essere intelligente e purtroppo non lo è […] Lei [Mara Carfagna, nda] gli fa quattro cose e lui cancella tutti quelli… e da ragione a Mara su tutto. (Stefania Prestigiacomo con Luigi Bisignani).

Santoro in fuga. Se ti da qualche segnale… Ma vedrai che Santoro in fuga questo è. Per la prima volta Gigi. Grande figura, dai retta a Mauro… Gli stamo a spacca’ il c… so’ arrapato come una bestia. (Mauro Masi ex Direttore Generale della Rai con Luigi Bisignani).

Arcangelo Martino:Tu mi piacesti assai quando dicesti quel gruppo di ricchioni, di frocetti. Nicola Cosentino: Sì, di frocetti! Ma io sono lungimirante”. Martino: Eh, lo so no tu sta cosa te la porti appresso perché sei stato un grande. Cosentino: Sì, sì il fatto dei frocetti rimarrà nella storia. (Il sottosegretario Nicola Cosentino con Arcangelo Martino riferendosi al presidente della Regione Campania – e compagno di partito – Stefano Caldoro).

immagine: “PI“, (1998) di Darren Aronofsky con Sean Gullette

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti