dic 182012
 

A partire dal 16 gennaio prossimo la famosa applicazione di photo-sharing potrà vendere le tue foto condivise. Ciò è dovuto, probabilmente, all’acquisizione di Instagram da parte di Facebook che, si sa, in fatto di Privacy Policy è tutto fuorchè rispettosa dell’utente.

La notizia è apparsa sul blog di Instagram da dove si viene indirizzati anche alle nuove Privacy Policy e Terms of Use.

Ma il cambio delle regole, in buona sostanza, cosa comporterà? Instagram potrà vendere e condividere le vostre informazioni con aziende e organizzazioni. Ma anche i vostri posti preferiti, le vostre abitudini. In altre parole tutto ciò che condividete tramite l’applicazione potrà essere venduto a terzi. Ma c’è di più. Nella sezione “Rights del Terms of Use”, Instagram dice chiaramente che le vostre foto potranno essere utilizzate per scopi pubblicitari. Correte il rischio che il vostro volto venga utilizzato in campagne pubblicitarie. Ovviamente senza essere retribuiti perchè Instagram, che da fotocondivisione diventa  fotovendita, trasforma voi da fotografo in prodotto.

Tutto legale ovviamente. Il consenso glielo darete voi nel momento che – accedendo da web o mobile – effettuerete il login accettando di fatto le nuove policy.

Quanti utenti sapranno delle nuove modifiche visto che, in maniera a dir poco furbesca, Instagram le ha pubblicate solo in inglese? Crediamo molto pochi.

Per non accettare questa modifica sul trattamento dei propri dati non rimane che la cancellazione dell’account su Instagram.

 Lascia un commento

Connect with Facebook