Lug 062013
 

L’ultimo rapporto della WMO – Organizzazione Meteorologica Mondiale conferma una crescita esponenziale del riscaldamento globale (global warming). Questa analisi è ulteriormente supportata dai dati registrati da altre organizzazioni come ad esempio il NOAA – National Oceanic and Atmospheric Administration.

Scorrendo i dati dell’ente intergovernativo americano si apprende che il 44% dei paesi del mondo ha battuto, nel decennio 2001-2010, i record di temperatura massima degli ultimi 50 anni. Nel decennio 1991-2000 la percentuale era quasi la metà: il 24%. Non solo: sempre per la stessa decade, l’11% ha notificato nuovi record di temperatura minima.

L’aumento della temperatura in entrambi gli emisferi ha causato una rapida diminuzione del ghiaccio marino dell’Artico e un’accelerazione della perdita di massa netta del ghiaccio dell’Antartide, della Groenlandia e dei ghiacciai di tutto il mondo. Come risultato di questa fusione diffusa e della dilatazione termica dell’acqua di mare, il livello medio globale degli oceani è aumentato di circa 3 millimetri all’anno. Quasi il doppio del tasso osservato nel ventesimo secolo che è stato di 1,6 millimetri anno.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti