Ott 252013
 

Hungarian Jews arriving at Auschwitz-Birkenau, May 26,1944

Csanad Szegedi, eurodeputato ungherese e attivo antisemita, dopo aver scoperto le sue origini ebraiche (già ne avevamo scritto) ha deciso di convertirsi alla religione dei suoi padri. Oggi mangia kosher, studia l’ebraico con rabbini ortodossi e ha fatto proprie tutte le regole della religione.

L’anno scorso era già emerso che il numero due del partito neonazista Jobik, terza forza di Ungheria, aveva scoperto le sue origini. Ora la notizia della conversione, dal momento che Szegedi era entrato in contatto col rabbino Shlomo Koeves, mandandogli un messaggio in cui mostrava pentimento: «mi può piacere o meno ma l’albero genealogico lo dice chiaramente: sono ebreo», ha detto.

Fino ad allora, dal suo scranno del Parlamento europeo, Szegedi lanciava i suo strali contro le minoranze, accusava gli ebrei di aver comprato l’Ungheria e se la prendeva con immigrati e zingari. Tutto prima di scoprire che la sua nonna materna, una sopravvissuta ad Auschwitz, era, appunto, ebrea.

Inizialmente Szegedi aveva cercato di nascondere queste voci. Poi è arrivata la decisione di pentirsi e convertirsi all’ebraismo. Nel frattempo l’ex neonazista e antisemita non ha più cariche nel partito Jobik, che gli ha chiesto anche di dimettersi da europarlamentare.

Szegedi resiste e nella sua nuova veste di ebreo convertito sarà testimonial della lotta all’antisemitismo.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti