Nov 132013
 

Androgynous

Parlando dei minorenni che avevano rapporti sessuali con Gabriele Paolini, quotidiani come La Repubblica li definiscono quei “bravi ragazzi di Roma”.

Sorte linguistica molto differente tocca, sugli stessi media, alle ragazzine minorenni che si prostituivano ai Parioli, definite invece come “baby prostitute”.

Noi avremmo usato, parlando di minorenni, il banale termine “vittima”.  Ci piacerebbe che i cosiddetti giornalisti ci spiegassero la loro scelta di utilizzare due pesi e due misure.

 Leave a Reply

 

Vai alla barra degli strumenti